Questo sito usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando la navigazione si accetta la nostra cookie policy.

Chiudi

Carrello vuoto

Checkout Svuota

Laview, I Love You

Un inno all’immersione nello spazio e uno spettacolare esempio di design giapponese, che strizza l’occhio al futuro ma anche al passato.

by Giacomo Donati

Anche nell’era del volo, i treni continuano a farci sognare: forse proprio perché, pur avendo imposto un’improvvisa accelerazione alle nostre vite, non hanno mai interrotto bruscamente il nostro contatto con lo spazio attraversato, permettendoci di vivere il viaggio in una dimensione ancora umana, al di qua delle nuvole, i treni da sempre rimangono una soluzione morbida e rilassante di condurci altrove.

E come ogni ambiente vissuto, in cui si trascorrano ore a farsi cullare, a riflettere, a passare il tempo, maggiore è il piacere di stare, quanto più è la bellezza e la raffinatezza di quel che ci circonda: così anche i treni hanno i loro esemplari mitici, dall’Orient Express - trasfigurato in leggenda da libri e pellicole - al treno rosso del Bernina, ai toy train indiani - anch’essi approdati al cinema grazie all’indimenticabile viaggio di Wes Anderson; innumerevoli declinazioni romantiche, che sono viaggi nei viaggi, destinazioni esse stesse, non più semplici funzioni, che hanno contribuito a fare del treno quel mezzo tanto amato nel mondo.

Il Giappone, oltre ai celeberrimi shinkansen, aveva già qualche treno di culto (compreso quello appannaggio esclusivo dell’Imperatore), ma da oggi ne ha uno in più, che oltre ai premi (un fresco Good Design Award, in attesa di altri), s’appresta a conquistare il cuore dei suoi passeggeri.

Ha un nome che è tutto un programma: Laview - ed è il nuovo treno limited express di Seibu Railway lines che collega la stazione di Tokyo-Ikebukuro e Chichibu nella vicina Saitama, per il quale è letteralmente amore a prima vista.
Volendo essere precisi, L sta per Luxurious Living, A per Arrow, VIEW per views.

Un design mai visto prima, forse perché chi l’ha creato, la celebre designer Kazuo Seijima, l'anima dello studio di architettura giapponese SANAA, si è confrontata per la prima volta con la progettazione di un treno: "Sono stata contattata per sviluppare un concetto di treno diverso da tutti gli altri. Questa è la prima volta che progetto un treno e la differenza più evidente con la progettazione degli edifici è che il treno può spostarsi in luoghi diversi. Questo treno va da Tokyo verso le montagne di Chichibu e ho pensato che sarebbe stato bello che il treno fosse in grado di comunicare e fondersi con l'ambiente circostante in modo morbido. Inoltre, volevo creare un treno che sembrasse un salotto in cui i passeggeri potessero rilassarsi liberamente e sentirsi motivati a salire a bordo ogni giorno”.
Per questo, Laview non è soltanto un mezzo di trasporto, bensì una destinazione in sé stessa.

Una pletora di dettagli lo rendono unico e speciale: il muso arrotondato, un po’ fra avanguardia e futurismo retrò, con un vetro bombato a mo’ di enorme oblò, una livrea in alluminio satinato che riflette in maniera soffice il paesaggio, come a volersi confondere con esso, dei finestrini extra-large (135x1580cm) e degli interni gialli che trasmettono una sensazione allegra e solare. Come sa chi è già stato in Giappone, ogni dettaglio, anche il più maniacale, è al suo posto.

L’insieme di questi elementi dà l’impressione di essere a bordo ma al tempo stesso al di fuori, tutt’uno con l’intorno, trasformando il viaggio in qualcosa di eccitante e inaspettato. Un ulteriore omaggio dell’ingegno al mezzo che ancora ci accompagna ovunque con la stessa carica di stupore da quasi due secoli.

SHOP THE STORY

Every Japanese design gem you always wanted to find*
(*but were afraid to ask)